Le nuove parole dell’amore

da | 15 Apr, 2021 | RELAZIONI

Da ghosting a zombieing: un glossario aggiornato

Sono ormai passati i tempi in cui si usavano parole come “flirtare”, “mollare” o ”essere impegnati“ per descrivere la maggior parte delle situazioni possibili in un rapporto sentimentale. Oggi ci sono tantissimi nuovi termini che sostituiscono quelli passati o che rappresentano  nuovi scenari possibili. Infatti, molte di queste parole sono collegate soprattutto ai nuovi modi di entrare in contatto, conoscere e vivere il rapporto con una persona che sono dettati dall’avvento dei social network e dal loro sempre più incessante utilizzo.

Sarà infatti successo almeno una volta, più o meno a tutti, di avere avuto un partner che prima ci lascia e poi ritorna, oppure che una persona molto vicina a noi sparisse senza dare spiegazioni, o ancora che una persona con cui ci stavamo conoscendo alternasse momenti di interesse ad altri di disinteresse. 

Bene. Tutte queste situazioni, e tante altre, hanno un termine specifico con cui identificarle.

Ecco a te le 8 nuove parole dell’amore che dovresti conoscere!

Ghosting

Ha origine dal sostantivo ghost , cioè “fantasma”. Questo termine indica l’azione di  interrompere bruscamente la comunicazione con qualcuno senza spiegazioni. Il concetto, più spesso, si riferisce a relazioni sentimentali, ma può anche riferirsi all’amicizia o al lavoro.

Breadcrumbing 

Questo termine deriva dal sostantivo breadcrumbs, che significa “pangrattato”. È l’atto di inviare messaggi di testo non impegnativi per attirare l’attenzione di un partner, senza avere l’intenzione di andare oltre e avere una relazione seria, importante e ufficiale.  

È anche un modo per mantenere alcune persone in “attesa” e una forma di dinamica sociale in cui i breadcrumb non sono realmente attratti dall’altra persona, ma sono interessati a rimanere rilevanti e attraenti per gli altri.

Benching

Ha origine dal sostantivo bench cioè “panchina”. È usato per indicare, in senso figurato, l’azione, nei rapporti interpersonali, del mettere in panchina l’altro. Si verifica quando una persona evita ogni chiarimento sulla natura delle proprie intenzioni e dei propri sentimenti, lascia l’altro nell’incertezza di un possibile interesse e lo tiene in sospeso. Consiste, quindi, nel mantenere un rapporto in maniera incostante e discontinua, andando molto a rilento nei contatti e nelle interazioni.

Cloaking

Ha origine dal sostantivo cloack, cioè “mantello”, probabilmente dall’idea del mantello dell’invisibilità. Questo fenomeno consiste nel conoscere una persona su un social, decidere insieme di incontrarsi dal vivo ma, una volta giunti all’appuntamento, accorgersi che l’altro non si è presentato e che in più è sparito anche online, senza lasciare alcuna spiegazione o motivazione.

Micro-cheating

Questo termine significa “mini-tradimento” e  indica tutte quelle azioni online, apparentemente piccole e insignificanti, che dimostrano però che il partner è emotivamente o fisicamente concentrato su qualcuno al di fuori della relazione ufficiale. È quando qualcuno compie piccoli gesti e assume comportamenti inopportuni: nascondere fatti accaduti e conversazioni intrattenute, iscriversi ad app di Dating (Badoo, Tinder, Facebook Dating eccetera), cancellare prontamente scambi di messaggi e bugie di qualsiasi tipo. La caratteristica dell’attitudine al micro-cheating è la segretezza, con la prospettiva di un eventuale tradimento, che non necessariamente si concretizza.

Orbiting

Indica  il comportamento di qualcuno che, dopo aver lasciato il proprio partner, continua comunque a “orbitargli” attorno, sottolineando la sua presenza. Una presenza che può essere sia analogica che digitale e che impedisce quindi la naturale metabolizzazione del lutto e della fine della relazione. 

Stashing

Significa “mettere da parte”, non comparire, non esistere. Il termine indica tutte quelle coppie che stanno insieme senza ufficializzare il legame.

In poche parole, lo stashing è un problema di coppia nel quale si fa in modo che il partner non incontri mai la famiglia e il gruppo degli amici, per evitare che possa assumere un ruolo nella vita reale e pubblica dell’altro. Di conseguenza, il partner con avrà nemmeno un ruolo nei social, nelle immagini, nei tag.

Zombieing

Questo termine deriva da zombie. Si riferisce a quella persona cui si teneva che è sparita  improvvisamente senza dire nulla e che all’improvviso ritorna nel nostro presente con assoluta normalità e con uno scopo: riprendere i contatti. Lo zombie non decide di tornare perché ci tiene davvero. Il vero motivo è che ha bisogno di nutrire il suo ego e di sentirsi, ancora una volta, l’oggetto dei desideri.

Se l’articolo ti ha incuriosito e vuoi sapere tutto sull’amore e sul potenziamento mentale in generale, segui le pagine Instagram e Facebook di “Potenziamento Mentale”, così da poter rimanere informato ogni settimana sulle nuove tematiche, test, articoli e corsi che proponiamo.

Riferimenti bibliografici

Navarro R., Larrañaga E., Yubero S., Víllora B., February 10 2020, Psychological Correlates of Ghosting and Breadcrumbing Experiences: A Preliminary Study among Adults. NCBI.nlm.nih.gov/                                          https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7037474/ 

August 15 2019, Ghosting. Psychology today.com https://www.psychologytoday.com/intl/basics/ghosting 

Scott K., May 27 2019 ,Ghosting, kittenfishing and orbiting: A glossary of modern dating terminology. abc.net.au https://www.abc.net.au/everyday/modern-dating-glossary-of-ghosted-kittenfishing-orbiting/11137464 


wikipedia.org https://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale

Autrice: Stefania Caccia

scritto da

Marzia Menotti

Marzia Menotti

Psicologa Psicoterapeuta

Amo aiutare le persone a coltivare la consapevolezza e l’amore per se stessi,  vivere nel presente e trasformare le crisi in occasioni di conoscenza di sè.

ARTICOLI CORRELATI