Così lontani, così vicini

da | 25 Gen, 2021 | RELAZIONI

Con il DPCM appena emanato, la tenuta delle nostre relazioni romantiche e di amicizia è nuovamente messa alla prova dalla necessità di distanziamento.

Non resta altro che aggrapparci alle chat, ancora per qualche tempo. Ecco come sfruttare al meglio la comunicazione a distanza, per rafforzare la relazione.

Ascolto attivo

Per prima cosa, incoraggia la conversazione con le tecniche di ascolto attivo. Ci si può mostrare attenti, interessati ed empatici, facendo delle domande su ciò che l’interlocutore sta dicendo, invitando ad aggiungere altri particolari. Commenta brevemente, senza togliere spazio al racconto dell’altro. Evita i giudizi e i commenti personali, per quanto possibile. Esprimi comprensione e vicinanza, per esempio con espressioni come ti capisco, è capitato anche a me, ci si sente proprio così…

Fisicità

In base al tipo di relazione, la fisicità si esprime nella prossimità, nel tocco, nell’intimità sessuale. In tutti i casi, il contatto fisico è un elemento fondamentale dell’interazione umana; è proprio attraverso il contatto che si producono le sostanze chimiche, come l’ossitocina, che rafforzano il legame. Mantieni viva questa componente anche in chat, usando più che puoi tutte le espressioni che evocano il contatto fisico: ti bacio, ti abbraccio, vorrei stringerti, vorrei accarezzarti, vorrei essere accanto a te. 

Emozione

Rendi la conversazione spontanea, intensa e vera, facendo spesso riferimento alle tue emozioni: ciò che scrivi mi rallegra, sono felice, mi piace, quella cosa mi ha rattristato. Con delicatezza, si può invitare anche l’altra persona a esprimere le sue emozioni, comprese quelle più spiacevoli: come ti sei sentito, cosa hai provato, ti fa felice, ti fa arrabbiare? 

Interpretazione

Resisti alla tentazione di interpretare le intenzioni dell’altro in modo negativo o catastrofico, oppure di saltare subito alle conclusioni. Se l’altra persona non legge o non risponde immediatamente ai messaggi, o non chiama nell’orario concordato, potrebbe avere delle buone ragioni. Se rifiuta una tua proposta, non significa che stia rifiutando tutto di te. Se nel corso della conversazione avete litigato, ti sei arrabbiato o rattristato, rimanda le decisioni importanti sulla relazione a quando ti sentirai meglio e potrai scegliere con più lucidità. 

Se vuoi allenare la tua mente a non interpretare e a non giudicare, un ottimo modo è la Meditazione Mindfulness. Conosci questa pratica? Puoi approfondire sul blog, con gli articoli dedicati a questa pratica di consapevolezza.

scritto da

Marzia Menotti

Marzia Menotti

Psicologa Psicoterapeuta

Amo aiutare le persone a coltivare la consapevolezza e l’amore per se stessi,  vivere nel presente e trasformare le crisi in occasioni di conoscenza di sè.

ARTICOLI CORRELATI