dott.ssa marzia menotti

La depressione cronica

La depressione cronica

L’episodio depressivo per sua definizione riguarda un periodo di vita circoscritto, cioè con un inizio e una fine, la cui durata può variare da poche settimane a diversi mesi. Talvolta però sintomi depressivi sembrano presentarsi in una forma più sfumata che però dura nel tempo, come se facesse ormai parte del carattere. Chi soffre di questo disturbo sembra essere particolarmente malinconico, pessimista, sfiduciato, rinunciatario; fatica a superare i momenti di crisi, rimanendo impigliato nei ricordi dolorosi e nei rimpianti.

I criteri diagnostici
Il sistema di classificazione dei disturbi più aggiornato e diffuso nel mondo, chiamato DSM – 5, definisce questo tipo di depressione come Disturbo depressivo persistente e identifica alcuni criteri diagnostici, tra cui:

  • Umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi tutti i giorni, come riferito dall'individuo o osservato da altri, per almeno 2 anni.
  • Quando l’ansia è causa di depressione.
  • Presenza di almeno due dei seguenti criteri:
    • Scarso appetito o iperfagia
    • Insonnia o ipersonnia
    • Scarsa energia o astenia
    • Bassa autostima
    • Bassa autostima
    • Sentimenti di disperazione
Tante definizioni
Se tu o il tuo caro soffrite di questo disturbo potreste aver ricevuto diagnosi di Disturbo depressivo persistente oppure di Distimia, Disturbo distimico, Sindrome depressiva cronica, Depressione nevrotica, Personalità depressiva. Questa varietà di definizioni non deve spaventare: dipende semplicemente dal fatto che esistono diversi sistemi di classificazione delle malattie, ognuna con una sua nomenclatura.

Come si cura
La comunità scientifica internazionale ritiene che al trattamento farmacologico, prescrivibile dallo psichiatra, sia opportuno affiancare un trattamento di psicoterapia specifico, soprattutto nei casi in cui lo psicofarmaco abbia una efficacia limitata o temporanea come spesso accade nella depressione cronica. Esistono molti tipi di psicoterapia; la psicoterapia cognitivo comportamentale è quella raccomandata con più forza per i disturbi depressivi, in quanto basata sul metodo scientifico e sostenuta da solide prove di efficacia. La psicoterapia cognitivo comportamentale è particolarmente indicata quando la depressione è legata al carattere, cioè a un modo pessimista di pensare a se stessi e al proprio futuro su cui gli psicofarmaci hanno scarsa presa. In questi casi la psicoterapia permette di modificare i pensieri negativi e ritrovare fiducia nelle proprie possibilità, speranza nel futuro, voglia di riprendere in mano la propria vita, ottenendo dei risultati duraturi. Dopo aver superato l’episodio depressivo è altrettanto importante mantenere il benessere raggiunto, intervenendo sul proprio stile di vita e rafforzandosi. L’approccio mindfulness, le tecniche di rilassamento e biofeedback, le strategie di psicologia del benessere sono interventi utili alla prevenzione delle ricadute, così come la ricerca scientifica riconosce con evidenza sempre maggiore.

conosciamoci

Il potenziamento mentale dove vuoi tu

Scopri il servizio di video consulenza psicologica online, scegli il pacchetto più adatto alle tue esigenze e richiedi un primo consulto gratuito.

Scopri di più
CONTATTI

Ottieni informazioni

Compila il form e ti risponderò personalmente, oppure scegli uno dei miei riferimenti:

(+39) 3281382210

 Acconsento a che i miei dati personali vengano utilizzati in accordo con la Privacy e Cookie Policy;*

Contatti

Per informazioni e appuntamenti:
Telefono: +39 328 1382210 - Email: info@marziamenotti.it



dove ricevo

Milano, via Felice Casati 42
Bosisio Parini, Via Vittorio Veneto 19
Bergamo, Via Angelo Maj n.24